Pensionistica

Ricordando che, per qualsiasi informazione in merito a tutto ciò che riguarda le pratiche legate alla pensionistica è necessario rivolgersi alla sezione Uici in orario d'ufficio, riportiamo qui alcune informazioni di pubblica utilità.

 

Importi 2018: indennità e pensione per ciechi civili

Con circolare INPS N. 186 del 21-12-2017- Rinnovo pensioni 2018 Allegato 2 Tabella M1 pp. 27 e 28, sono stati resi noti gli importi delle provvidenze economiche spettanti ai ciechi civili per l’anno 2018.
Fonte normativa di riferimento:
Decreto Ministro Economia e Finanze, di concerto con il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, del 20 novembre 2017 (GU n. 280 del 30-11-2017)
Prestazioni a favore dei ciechi civili categoria INVCIV (pensioni e indennità)
L’indice di aumento di perequazione automatica, calcolata in via provvisoria e con effetto dal 1° gennaio 2018, per le pensioni e limiti di reddito personale lordo annuale è pari allo 0,8 per cento.
Limite di reddito personale lordo annuo per il diritto alla pensione: Euro 16.664,36
Pensione per i ciechi assoluti ricoverati e i ciechi parziali ventesimisti: Euro 282,55
Pensione per i ciechi assoluti non ricoverati: Euro 305,56
Limite di reddito personale annuo per gli ipovedenti gravi con solo assegno a vita a esaurimento: Euro 8.011,78
Assegno a vita a esaurimento: Euro 209,70
L’indice di aumento di perequazione automatica, calcolata in via provvisoria e con effetto dal 1° gennaio 2018, per le indennità è pari allo 0,40 per cento.
Indennità di accompagnamento per ciechi assoluti: Euro 915,18
Indennità speciale per ciechi parziali: Euro 209,51
(*) Nota bene le indennità speciale e di accompagnamento sono indipendenti dai redditi.
Sono definitive le percentuali di incremento, stimate in via previsionale per il 2017 (rif. comunicato Uici N. 11 del 23-01-2017).

 

Novità pensionistica 2017

- APE SOCIALE: anticipo pensionistico riservato a varie categorie:

1) soggetti in stato di disoccupazione, 2) agli invalidi con una riduzione della capacità lavorativa pari o superiore al 74% , 3) coloro i quali assistano da almeno 6 mesi il coniuge, l'unito civilmente, un parente di primo grado convivente che usufruisce della L.104 in situazione di gravità, 4) lavoratori dipendenti che risultino svolgere o aver svolto in Italia da almeno sei anni e in via continuativa attività lavorative particolarmente usuranti. Requisiti fondamentali: 63 anni di età e almeno 30 anni di contribuzione. Scadenza presentazione domanda 15 luglio 2017 (per coloro che maturano i requisiti entro il 31/12/2017) Scadenza presentazione domanda 31 marzo 2018 (per coloro che maturano i requisiti entro il 31/12/2018) Si veda Circolare INPS n. 100 del 16/06/2017.

- PERMESSI LAVORATIVI Art. 3, comma 3, L. 104/92:

può usufruire dei permessi lavorativi per assistenza ai disabili anche il convivente di fatto. Si veda Circolare INPS n.38 del 27/02/2017.

- CONGEDO STRAORDINARIO Art. 42, comma 5, L.151/2001:

può usufruire del congedo straordinario per assistenza ai disabili anche chi risulta essere parte di Unione Civile. Si veda Circolare INPS n. 38 del 27/02/2017.

- CONTRIBUTI FIGURATIVI Art. 9, comma 2, L.113/85 e Art. 2 L.120/91:

i suddetti contributi acquistano anche valore retributivo pensionistico a seguito dell'introduzione di un "coefficiente di trasformazione" per il calcolo della quota di pensione. Si veda Circolare INPS n.73 del 14/04/2017 e Art. 1, comma 209 L.232 dell'11/12/2016.

- IMPONIBILE CASA DI ABITAZIONE AI FINI DEL CALCOLO DEL REDDITO MASSIMO PER LA CONCESSIONE DELLE PENSIONI DI INVALIDITà CIVILE:

tale reddito non è più imponibile dal 1° gennaio 2017. Si veda Circolare INPS n. 74 del 21/04/2017. Per eventuali informazioni inviare richiesta via e-mail al seguente indirizzo: uicpd@uiciechi.it o telefonare al numero: 3492225730 - Consigliere Giuseppe Scalise.